BATTAGLIA DI PAVIA - IL MASSACRO DI PESCARINA

Inizio del secondo turno della CAMPAGNA DI PAVIA basata su regolamento IMPETUS.

Esausti gli uomini del conte De La Mark vedevano arrivare al di là del fiume i rapaci soldati tedeschi guidati da Carlo di Lannoy.
I tedeschi piazzavano le artiglierie al centro e iniziavano una manovra di accerchiamente delle truppe francesi.
Tenendo i fianchi con le artiglierie leggere protette da tiratori e squadre di stradiotti il comandatne francse faceva avanzare a tappe forzate il suo centro formato dai quadrati di picche verso il centro dell’esercito imperiale.

Dopo una serie di scontri che vedevano protagonisti gruppi di schermagliatori, i lanzi svizzeri del comandante francese oltrepassavano il fiume si andavano a scontrare contro un quadrato tedesco guidato dallo stesso Lannoy.
Nel frattempo sul fianco sinistro uno sparuto gruppo di unità bloccava la cavalleria imperiale oltre il fiume, che supportata da fitto fuoco di archibugi tentava di sfondare il fianco.
Sul fronte destro la manovra di accerchiamento diventava lenta a causa dello spazio da percorrere e dalla necessità degli imperiali di stare al di fuori degli archibugi nel bosco.
Con l’attraversamento del fiume un altro quadrato d Svizzeri Impetuosi sfondava il fronte e si andava a scontrare contro un cuneo di cavalleria imperiale che doveva subire l’impatto ed arretrare coinvolgendo nello scontro anche la riserva formata dalla Colunela .
Dalla parte opposta del fronte gli impetuosi picchieri svizzeri distruggevano il quadrato imperiale mandando in fuga anche il comandante dell’esercito .
Mentre si creava il panico dovuto alla fuga del comandante il quadrato francese formato dagli svizzeri impetuosi eliminava il cuneo e buona parte della colunela, portando allo sbando l’esercito imperiale costretto a ritirarsi.

SITUAZIONE DELLA CAMPAGNA
FRANCESI 7 p.ti
IMPERIALI 0 p.ti
Previous
Next Post »