BATTAGLIA DI TRAVERSARA - BATTLE REPORT

BATTAGLIA DI TRAVERSARA
Guerra del Sale
Lega Milano Napoli contro Venezia

Liste

VENEZIANI SAN SEVERINO
2xCP- Condottieri and Elmetti(*)
2xFP - Militia foot
1xS - Militia crossbowmen
1xT - Militia crossbowmen
COMANDANTE DISCRETO
ST.COMANDO DISCRETA

VENEZIA OLTREMARE
1xCP- Condottieri and Elmetti(*)
2xFP - Militia foot
1xCL - Stradiots
1xCL- Turks
COMANDANTE DISCRETO
ST.COMANDO DISCRETA

MILANESI
1xCP- Condottieri and Elmetti
1xCP - Famiglia Ducale (*)
1xFP - Militia foot
1xCL- Mounted Crossbowmen
1xT - Militia crossbowmen
COMANDANTE DISCRETO
ST.COMANDO DISCRETA

ARAGONESI
1xCP- Condottieri and Elmetti(*)
2xFP - Militia foot
2xS - Handgunners
1xS - Militia crossbowmen
1xCL- Turks
COMANDANTE SCARSO
ST.COMANDO SCARSA
Lo scontro è una simulazione di una Battaglia combattuta durante la Guerra del Sale, della Battaglia non vi sono particolari cronache ma nacque dal bisgono della Lega di sfondare il fronte di Ravenna (Veneziana) per bloccare gli aiuti che questa città forniva all'esercito del San Severino, non è contemplata ma nel frattempo vi era poco distante il fronte bagnacavallo-lugo dove il Malatesta (Venezia) cercava di bloccare l'arrivo delle truppe bolognesi facenti parte della Lega. La zona è per lo più pianeggiante con alcune culture a terreni non coltivati caratterizzati da piccoli arbusti.

Vince il primo schieramento che elimina 10 VD, due comandi per parte (Milano e Napoli contro Venezia-SanSeverino e Venezia-Milizia Oltremare). Ai due lati dello schieramento ci sono un'unità di Tiratori che rappresentano le vettovaglie, la loro eliminazione vale 3 punti.

Lo schieramento della Lega inizia a muovere avanzando il fronte, la forte cavalleria milanese viene appoggiata dagli schermagliatori napoletani, mentre il fianco napoletano si porta a tiro con tutte le prorpie unità per cercare di disordinare l'avanzata del nemico.



Il fianco veneziano formato da veloce milizia d'oltremare (CL stradioti e albanesi) si porta in avanti per disturbare l'avanzata napoletana e puntare alle vettovaglie lasciando arretrata CP e FP.

Anche il centro veneziano porta a tiro i propri schermagliatori iniziando nel frattempo il movimento della sua CP, rimane a difesa delle vettovaglie la FP (2 unità).


Dopo una serie di scambi di tiro sfortunati per i veneziani che perdono una S , si ha la CL veneziana dietro al fronte napoletano che mette sotto tiro un'unità di FP, mentre sul centro la cavalleria milanese è lanciata in una carica.



Il primo impatto tra cvavallerie si conclude con una furiosa mischia senza vittoria, nel frattempo i napoletani eliminano la CL veneziana e si preparano ad una carica mentre la FP tenta di aggirare il fronte veneziano, la CL napoletana bersaglia la CP veneziana bloccandola.




Sul fronte centrale nel frattempo anche grazie agli schermagliatori napoletani che mettono in disordine un'unità di CP veneziana anche la Famiglia Ducale carica provocando alcuni danni, mentre continua lo scontro tra CP, i balestrieri milanesi si portano intanto in posizione di tiro per bloccare il passo alle FP veneziane che iniziano a muoversi.

Dopo una serie di cariche alla CL napoletana la CP veneziana sul fianco si appresta alla carica ma nel frattempo le sue unità di S vengono perse e la FP è presa sul lato da una FP napoletana che a marce forzate è riuscita ad aggirare il fronte,




Ormai stabilmente nel cetro del tavolo gli S napoletani pur non provocando danni riescono comunque a rallentare l'attività nemica, nel centro del tavolo ormai al cavalleria milanese anche grazie all'intervento della sua FP che porta la cP veneziana in un tranello riesce a distruggere l'unità comando nemica e a provocare danni alla seconda cavalleria che viene completamente distrutta mentre anche il fianco napoletano avanza.

Battaglia conclusa, bella e combattuta, il comandante Venezia Oltremare è stato molto sfortunato con i tiri dei dadi ma iol comando napoletano pur più debole è riuscito comunque ad attivare una strategia veramente interessante, attacchi con fughe e aggiramenti. Sul fronte centrale i milanesi si sono fatti forte della loro CP DUCALE e preservandola dai tiri della CL e S nemica grazie ad un mirato uso della propria CL sono riusciti a sfondare il fronte pur a fatica, fatale per il centro venezianoè stato il ritardo nell'attivare le FP.
Previous
Next Post »